lunedì 23 gennaio 2012

La rivolta dei Vespri in Sicilia continua: la voce dei pescatori
















La nostra più ampia solidarietà alle categorìe sociali di terra, di mare e dei trasporti riunite nel movimernto "Forza d'Urto", espressione della ampia rivolta ideale del popolo siciliano contro l'oppressione del potere politico ed economico: abbiamo detto a chiare lettere il nostro pensiero nella homepage del sito http://www.akkuaria.com/ . Qui riportiamo, come ricevuti, gli ultimi comunicati degli armatori delle marinerie di Sicilia, sede di Catania:



FEDERAZIONE ARMATORI SICILIANI SEDE LEGALE SICILIA – CATANIA info@federazionearmatorisiciliani.it Tel.095 8996707 – 331 314 86 24
Catania 21 gennaio 2012
Al Signor Prefetto di Catania
Al Signor Questore di Catania .. Ai Signori Direttori Organi di Stampa
Oggetto:Comunicazione manifestazione pescatori siciliani.
Si comunica,di avere ricevuto l’adesione dei grossisti dei mercati ittici all’ingrosso di Catania, Acitrezza e Riposto.Si comunica altresì,che la protesta degli armatori continua a tempo indeterminato, tenuto conto che con il prodotto pescato gli armatori non riescono a coprire tutte le spese di gestione del motopeschereccio.
La Categoria denuncia l’incapacità dei politici italiani e di tutti i dirigenti della Direzione Generale della pesca Marittima presso il Ministero delle Politiche Agricole, a non sapere gestire con professionalità e onestà il settore,di non sapersi opporsi a tutte le normative comunitarie che penalizzano la flotta peschereccia italiana ed in particolare i pescatori siciliani,con criteri giusti considerato che 80% della flotta è composta della piccola pesca costiera,la categoria chiede;
Un Politica della pesca uguale ai Paesi appartenenti all’U.E. in riferimento alla distan-za della fascia costiera,alla pesca del tonno,alle deroghe del novellame,alla pesca a strascico entro i limite consentito nelle altre marinerie dell’Adriatico,alla depenaliz-zazione delle infrazioni,e alla giusta regolamentazione degli attrezzi di pesca,agli aiuti previsti per le calamità naturali e al bonus per il prezzo del caro gasolio.
Si comunica altresì che lunedi 23 e martedì 24 gennaio p.v. i manifestanti in corteo si recheranno il 23 dal Signor Prefetto di Catania, e Martedi 24 p.v. dal Signor Sindaco di Catania.Inoltre la Categoria si sta organizzando per continuare la Protesta a Roma.
Carmelo Micalizzi n.q. di Presidente . . della Federazione Armatori Siciliani



PROTESTA PESCATORI:


SI DENUNCIA LA PRESENZA DI COMITATI D'AFFARE GESTITI DALLA POLITICA A "PESCA" DI FINANZIAMENTI U.E. TRAMITE PROGETTI MAI REALIZZATI E/O REALIZZATI SOLO IN PARTE CHE DOVREBBERO SERVIRO ALLO SVILUPPO DEL COMPARTO MA CHE IN REALTA' SERVONO SOLO A DISTRIBUIRE INCARICHI CONSULENZE E DISTRIBUZIONE DI FONDI NERI ALLA POLITICA. I PESCATORI NON CHIEDONO SOLDI, CHIEDONO SOLO COMPETENZA NELLA GESTIONE DEL COMPARTO E DELLA MATERIA PESCA MARITTIMA PROFESSIONALE, CHIEDONO DI SENTIRE LA VOCE DEL POPOLO DEI PESCATORI PRIMA INIZIATIVE TECNICHE, CHIEDONO COMPETENZA E COMPETITIVITA', CHIEDONO DI ESSERE UNA CATEGORIA PROTETTA PERCHE' CONTINUANDO DI QUESTO PASSO LA PESCA RISCHIA DI SCOMPARIRE.

CHI FARA' IN FUTURO IL PESCATORE?


FABIO MICALIZZI

ASSOCIAZIONE PESCATORI MARITTIMI PROFESSIONALI(presidente regionale)

Nessun commento:

Posta un commento