lunedì 30 gennaio 2012

La rivolta dei nuovi vespri: i pescatori di Sicilia sospendono, temporaneamente, la protesta



Riceviamo e pubblichiamo (aggiungendo che nel finesettimana lo storico mercato della pescherìa di Catania, ha ripreso la sua antica e nuova vita...):


FEDERAZIONE ARMATORI SICILIANI info@federazionearmatorisiciliani.it
Al Signor Presidente del Consiglio dei Ministri
Al Signor Ministro delle Politiche Agricole
Al Signor Presidente delle Regione Siciliana
Al Signor Prefetto di Catania
Al Signor Questore di Catania .. Al Signor Ammiraglio (CP) Direzione Marittima di Catania
Al Signor Direttori Organi di Stampa e TV
Oggetto: Temporanea sospensione della protesta dei Pescatori Siciliani.
La Federazione Armatori Siciliani, comunica quanto segue:
-In data odierna il Comitato Provinciale delle marinerie catanesi,sospendono la protesta e contestualmente riprendono l’attività di pesca per dare la possibilità alle istituzioni Regionali e al Presidente Raffaele Lombardo,di intervenire presso il Governo centrale,al fine di sostenere le sacrosante richieste della categoria.
-Il Comitato ,ha istituito una commissione di pescatori e armatori di tutta la Sicilia; -- il Comitato si recherà alla regione Siciliana e al Ministero delle Politiche Agricole per un incontro con il Ministro e con il Direttore Generale della Pesca,per cercare di ottenere la modifica di alcuni decreti ,e D.D.G. Direttore e la sospensione della licenza a punti in merito a determinati infrazioni, alla trasmissione telematica del pescato,al servizio di gestione dell’apparato blue – box ,a carico dell’armatore e alle deroghe di pesca al novellame,alla pesca a strascico entro i limiti previsti dalla legge alla cattura accidentale del tonno rosso con i palangari e alla ripartizione delle quote tonno senza discriminazione,con le stesse modalità di alcuni Paesi dell’U.E.,al caro prezzo del carburante ,alla depenalizzazione delle sanzioni penali che macchiano il l l’onestà dei pescatori che svolgono un duro e pesante lavoro per sopravvivere. La categoria tramite la suddetta Commissione di Pescatori,non ottenendo favorevoli riscontri,comunica una nuova protesta dei pescatori siciliani a partire dal marzo p.v.



Catania 27 gennaio 2012



Carmelo Micalizzi n.q. di presidente della Federazione Armatori siciliani

1 commento:

  1. Rappresentare la categoria nei confronti delle pubbliche autorità, amministrazioni, enti ed associazioni di qualsiasi genere; l’attività di rappresentanza è esercitata direttamente, attraverso proprie strutture territoriali, ovvero attraverso il Sistema di FEDITALIMPRESE;
    Tutelare gli interessi delle aziende associate in ogni campo giuridico, sindacale, economico, tecnico, in armonia con gli interessi superiori del Paese;
    Assistere e rappresentare le aziende, le associazioni ed i sindacati nella soluzione dei problemi riguardanti i rapporti di lavoro e la legislazione sociale;
    Armonizzare le attività e gli indirizzi dei sindacati di impresa per il razionale svolgimento della produzione in relazione all’interesse generale della pesca e dell’economia nazionale, nel rispetto della Politica Comune della Pesca (PCP);
    Promuovere, studiare, attuare iniziative e progetti utili allo sviluppo delle aziende di pesca;”
    Seguire le attività delle industrie simili a livello internazionale e promuovere accordi e intese con le associazioni e gli enti di altri Paesi.
    Inoltre,
    Svolge indagini, studi e ricerche nel campo della formazione professionale con l’Osservatorio Nazionale della Pesca;
    Contribuisce al miglioramento delle condizioni di lavoro dei dipendenti delle imprese di pesca e degli armatori, anche per favorire lo sviluppo ed il consolidamento delle imprese stesse, attraverso l’E.bi. Pesca, ente bilaterale tra Federarma e le Organizzazioni sindacali, di cui e socio fondatore;
    Fornisce un servizio di assistenza fiscale a più di 600 imprese associate, attraverso il CAAF Federpesca s.r.l. . Sono state istituite, inoltre, numerosi centri servizi autorizzati, allo scopo di razionalizzare l’attività di pesca attraverso l’erogazione di servizi personalizzati quali supporti informatici ed elaborazione dati per conto delle imprese di pesca. Sono stati inoltre costituiti numerosi centri in periferia denominati “Federpesca Servizi”

    RispondiElimina